Nessun commento

Il futuro dell’editoria è social e digitale

Giacomo Bruno, il papà degli ebook, ci spiega perché gli editori che non sapranno dominare il mondo del digitale, finiranno fuori mercato.

“L’editoria del futuro sarà sempre più un’editoria social. Le persone leggeranno sempre di più online mentre i libri cartacei continueranno a registrare flessioni nelle vendite”, lo sostiene Giacomo Bruno, fondatore e Presidente di Bruno Editore, definito il papà deigli ebook per averli portati per primo in Italia nel lontano 2002.

E’ arrivato il momento dell’ebook?
“Quando ho portato gli ebook in Italia, anticipando di ben 9 anni grandi colossi come Amazon, avevo una visione chiara: i libri digitali avrebbero superato i libri in libreria. Così è stato. Nel primo semestre del 2020 gli utenti che hanno acquistato libri digitali sono aumentati del 2,1% rispetto all’anno scorso, con un volume d’affari previsto per il 2020 pari a 15 miliardi di dollari, rispetto ai 10 miliardi di dollari dei libri venduti in libreria. Risultati questi che dimostrano quanto sempre più persone si stiano rendendo conto dei vantaggi dell’eBook rispetto al classico formato cartaceo”.

Giacomo Bruno, intervistato dal Tg1

Lei sostiene che l’editoria non potrà prescindere dai social…
Credo fermamente nel connubio fra editoria e web. Questo legame è determinato dal fatto che i lettori prima di comprare un libro chiedono un consiglio nei gruppi Facebook, fanno una ricerca su Google e vogliono sapere chi ha scritto quel determinato libro che vogliono acquistare. Oggi i lettori vogliono sapere da chi apprendono le informazioni che potranno essergli utili nel lavoro o nella propria vita privata. Quindi se gli autori e gli editori non si adegueranno a questa novità, se non avranno i profili aggiornati e non sapranno dominare il mondo del digitale, finiranno presto fuori mercato. Soprattutto sono convinto che i libri di formazione diventeranno sempre più importanti e richiesti”.

I libri non sono solamente quelli di narrativa ma sono dei veri e propri strumenti di marketing
“In un mercato confuso e sovraccaricato di messaggi, il libro deve essere percepito anche come uno strumento di lavoro, un moderno biglietto da visita per fare business e creare nuove opportunità. Scrivere un libro di formazione, infatti, permette agli autori di farsi conoscere, di dare una forma al proprio valore e alla propria professionalità e competenza. È uno strumento per mostrare, ai possibili clienti, la qualità dei propri prodotti e servizi. Il libro di formazione è la tua reputazione che ti consente di essere riconosciuto come un esperto autorevole e specializzato. Oramai, gli imprenditori o i professionisti non sanno più come emergere per farsi conoscere dai loro potenziali clienti e devono considerare questo strumento un mezzo utilissimo per non rimanere fuori dal mercato”.

10 milioni di guadagno con un ebook

“Alcuni dei nostri scrittori hanno raggiunto risultati incredibili. Il libro: ‘Liberati Da Equitalia/AER’, scritto dal dottor Carlo Carmine, nel solo primo giorno del lancio è stato scaricato da 3.000 lettori. Di questi 3.000 lettori, circa 300 sono diventati suoi clienti. Carlo ha chiuso il 2019 con oltre 10.000.000€ di incassi. I nostri autori, a seconda dell’argomento trattato nella pubblicazione, hanno guadagno importi diversi che variano dalle 10.000 euro a salire. Parliamo di cifre considerevoli se pensiamo che con i libri cartacei, i diritti d’autore danno allo scrittore un ritorno economico davvero scarso”.

Come si ottengono questi risultati
“Questi risultati li abbiamo raggiunti e costruiti in vent’anni di carriera, dal 2002 ad oggi. Li riusciamo a ottenere perché abbiamo i numeri sui social e siamo considerati come i più autorevoli nel settore. Abbiamo un milione e 200 mila follower tra Facebook e Instagram mentre altre 150 mila persone sono iscritte alle newsletter di Bruno Editore. Questo vuol dire che quando esce un nuovo libro, le persone ne riconoscono subito l’alto livello qualitativo e si innesca la corsa al download e il libro schizza nelle classifiche”.

Il book Influencer
Grazie ai numeri e all’autorevolezza di cui le parlavo prima, un Book Influencer è quella figura professionale che, con il suo intervento, può orientare il mercato delle vendite. Un suo consiglio di lettura diventa un suggerimento da seguire.

Potrebbe interessarti anche

Articoli Simili

Nessun risultato trovato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

Menu