Nessun commento

Riparte il turismo in Italia

Tutto quello che c’è da sapere prima di mettersi in viaggio…

Il turismo italiano è pronto a ripartire e ad accogliere nuovamente i turisti – italiani e stranieri – per la stagione estiva. È infatti di nuovo possibile spostarsi liberamente all’interno di tutto il paese e usufruire di ogni normale servizio: hanno riaperto le loro porte musei e luoghi di cultura, alberghi, bar e ristoranti; sono tornati nuovamente operativi gli aeroporti, le stazioni e i servizi di trasporto; campeggi, rifugi di montagna e stabilimenti balneari si sono organizzati per accogliere in tutta sicurezza i viaggiatori. 

Il sito www.italia.it vi dice tutto quello che c’è da sapere prima di mettersi in viaggio…

 Solo quattro regioni, per cui è richiesta la registrazione all’ingresso:

  • Sardegna: è necessario compilare un modulo online sul sito della regione 48 ore prima della partenza (il modulo NON è disponibile in formato cartaceo a bordo di aerei o navi).
  • Sicilia: è richiesta la registrazione sul sito Sicilia si cura e/o tramite l’app Sicilia SiCura (Play Store – Apple Store). Per informazioni e supporto è attivo il numero verde: Tel. 800.458787.
  • Puglia: è necessario compilare un modulo di auto-segnalazione scaricabile online sul sito della Regione.
  • Calabria: è necessario compilare un modulo online sul sito della regione dedicato all’emergenza Covid.

In tutta Italia, c’è l’obbligo di indossare la mascherina nei luoghi pubblici al chiuso. Non è obbligatoria negli spazi all’aperto tranne nel caso in cui non si possa mantenere il distanziamento sociale; l’unica eccezione è la Lombardia, per cui l’obbligo di indossare mascherina vale anche per gli spazi all’esterno (tranne durante l’attività sportiva). 

È consentito viaggiare in Italia a chi proviene da:

  • Paesi UE
  • Paesi parte dell’accordo di Schengen
  • Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del nord, Andorra, Principato di Monaco, Repubblica di San Marino e Città del Vaticano

Chi ha soggiornato in un Paese diverso da questi nei 14 giorni anteriori all’ingresso in Italia sarà comunque sottoposto a isolamento fiduciario per 14 giorni. 

Gli stranieri residenti in Algeria, Australia, Canada, Georgia, Giappone, Montenegro, Marocco, Nuova Zelanda, Ruanda, Serbia, Repubblica di Corea, Tailandia, Tunisia, Uruguay possono entrare in Italia ma dovranno sottoporsi a isolamento fiduciario per 14 giorni. Ogni due settimane questo elenco di Paesi extra-Ue ed extra-Schengen sarà esaminato e le informazioni aggiornate. 

 Qui in dettaglio le indicazioni per ogni settore:

SPOSTAMENTI IN AUTOMOBILE

Persone conviventi 
Nessuna limitazione o misura è prevista per l’utilizzo dell’automobile nel caso in cui i passeggeri siano tutte persone conviventi. 

Persone non conviventi 
Persone non coviventi possono utilizzare l’automobile per spostamenti a condizione che: 
– nella parte anteriore della vettura sieda esclusivamente il conducente (non si deve utilizzare il sedile anteriore destinato al passeggero); 
– sul sedile posteriore siedano massimo due passeggeri lasciando il posto centrale libero; 
– il conducente e i passeggeri indossino la mascherina durante l’intera permanenza in auto; 

Esempio: Per un’automobile di piccole dimensioni (4 o 5 posti) è consentito il trasporto di massimo 3 persone: conducente e due passeggeri seduti nella fila posteriore e disposti ai lati opposti.  Qualora la vettura avesse più file posteriori valgono le stesse disposizioni illustrate precedentemente: massimo due passeggeri per fila seduti ai lati opposti del sedile lasciando libero il posto centrale.  Se la vettura è dotata di un separatore fisico (plexiglas) fra la fila anteriore e posteriore della macchina non è necessario l’utilizzo della mascherina ma, in questo caso, è ammessa la presenza del guidatore e di un solo passeggero seduto nella fila posteriore. 
Esempio: Per un’automobile di piccole dimensioni (4 o 5 posti) è consentito il trasporto di massimo 2 persone: conducente e un passeggero seduto nella fila posteriore. 

BAR E RISTORANTI
È possibile accedere normalmente a ristoranti, bar, pub, pasticcerie e gelaterie. La mascherina va indossata all’ingresso del locale e ogni volta che ci si alza dal tavolo. All’ingresso potrebbe essere misurata la temperatura corporea e richiesto di igienizzarsi le mani; potrebbero esserci percorsi di ingresso e di uscita separati. È necessario attendere prima di essere accompagnati al tavolo. Cibi e bevande possono essere ordinati al banco, ma è d’obbligo la distanza di almeno un metro dalle altre persone. Nel caso dei ristoranti è raccomandata la prenotazione.

SPIAGGE E STABILIMENTI BALNEARI
Al momento dell’ingresso negli stabilimenti balneari potrebbe essere misurata la temperatura corporea. È necessario aspettare di essere accompagnati al proprio ombrellone (è consigliata la prenotazione). All’interno del lido si deve mantenere una distanza di almeno 1,5 m dalle altre persone. Nelle spiagge libere va rispettata la distanza di almeno 1 metro e sono vietati gli sport di gruppo che potrebbero creare affollamenti.

HOTEL E STRUTTURE RICETTIVE
Quando si entra in hotel, b&b, ostelli e appartamenti potrebbe essere provata la temperatura corporea e potrebbe essere necessario pulirsi le mani con gel igienizzante. Nelle aree comuni e negli ascensori è necessario mantenere una distanza interpersonale di almeno 1 metro (non necessario per i membri della stessa famiglia, conviventi o persone della stessa camera). La mascherina va indossata nelle aree comuni chiuse, mentre non è necessaria all’aperto.

NEGOZI E ATTIVITÀ COMMERCIALI
All’interno di negozi, centri commerciali, mercati, centri estetici e negozi di parrucchieri è obbligatorio indossare la mascherina per tutta la durata della permanenza e mantenere una distanza di 1 metro dalle altre persone. L’ingresso potrebbe essere contingentato, potrebbero esserci termoscanner per misurare la temperatura e potrebbe essere necessario igienizzarsi le mani. Alle persone in attesa è richiesto di rispettare la distanza di sicurezza. Nel caso di parrucchieri ed estetiste è preferibile la prenotazione.

COLLEGAMENTI E MEZZI DI TRASPORTO
Sono attivi i collegamenti via aereo, nave e strada con i paesi dell’UE, i paesi dell’area Schengen e il Regno Unito. Fino al 30/06 non sono possibili i collegamenti con gli altri paesi. A bordo di autobus, pullman a lunga percorrenza, traghetti, navi e treni è sempre necessario indossare la mascherina, rispettare la distanza sociale dalle persone estranee e sedersi solo nei posti indicati. Potrebbero esserci limitazioni circa il numero massimo di persone a bordo.

RIFUGI ALPINI
L’accesso ai rifugi di montagna è limitato a un numero massimo di persone e possibile solo indossando la mascherina e igienizzandosi le mani. All’interno dei rifugio e negli spazi esterni va rispettata la distanza di 1 metro tra gli estranei. Il servizio è solo al tavolo. Per il pernottamento e per pranzi o cene è consigliata la prenotazione.

UFFICI APERTI AL PUBBLICO
Per poter accedere agli uffici, pubblici o privati, è necessaria la mascherina. All’ingresso potrebbe essere misurata la temperatura e potrebbe essere richiesto di disinfettarsi le mani. È preferibile accedere tramite appuntamento.

PALESTRE E PISCINE
Entrando in piscina o in palestra potrebbe essere misurata la temperatura e potrebbe essere necessario disinfettarsi le mani con gel disinfettante. Gli ingressi potrebbero essere contingentati e su prenotazione. All’interno è vietato condividere il proprio armadietto con altre persone e scambiarsi bottiglie, borracce, asciugamani o accappatoi. Negli spogliatoi e nelle docce è necessario utilizzare solo gli spazi indicati rispettando le distanze. È necessario farsi la doccia prima di entrare in piscina e indossare la cuffia. Nelle palestre va mantenuta una distanza di 1 metro tra le persone e di 2 metri mentre si svolge attività fisica e indossare scarpe destinate esclusivamente alla palestra.

MUSEI E LUOGHI DI CULTURA
Prima di entrare in musei, archivi e biblioteche potrebbe essere misurata la temperatura corporea e richiesto di disinfettarsi le mani. L’accesso potrebbe essere limitato a un numero massimo di persone: è necessario attendere in fila il proprio turno rispettando le distanze e seguire gli eventuali percorsi indicati. La mascherina va indossata per tutto il tempo della visita. Qui l’elenco aggiornato dei musei italiani aperti.

NOLEGGIO VEICOLI E ALTRE ATTREZZATURE
All’interno degli uffici di noleggio di veicoli o attrezzature è necessario indossare la mascherina, potrebbe essere misurata la temperatura corporea e richiesto di igienizzarsi le mani. Potrebbero esserci percorsi guidati per evitare assembramenti di persone. In caso di noleggio di bici, auto o altre attrezzature potrebbe essere necessario igienizzarsi le mani o indossare dei guanti.

AREE GIOCHI PER BAMBINI
Nei parchi giochi per bambini, in aree pubbliche o private, potrebbe essere necessario disinfettarsi le mani all’arrivo e all’uscita. La mascherina è obbligatoria solo per i bambini dai sei anni in su. Va mantenuta la distanza di 1 metro tra persone estranee.

CINEMA E TEATRI
L’ingresso a cinema, teatri e arene per spettacoli potrebbe essere contingentato e soggetto a prenotazione. Le persone in fila devono rispettare le distanze di sicurezza e seguire i percorsi indicati. All’ingresso potrebbe essere misurata la temperatura corporea e chiesto di disinfettarsi le mani. È possibile sedersi solo nei posti indicati rispettando la distanza di un metro dagli altri spettatori (ad eccezione di membri della stessa famiglia, coppie o gruppi di amici). Gli spettatori devono indossare la mascherina per l’intera durata dello spettacolo (tranne i bambini al di sotto dei sei anni).

PARCHI NATURALISTICI E DI DIVERTIMENTO
Nel caso di parchi di divertimento, zoo, luna park o parchi acquatici l’ingresso potrebbe essere limitato a un numero massimo di persone. Le persone in coda devono rispettare la distanza interpersonale di 1 metro e seguire i percorsi obbligati. Potrebbe essere misurata la temperatura e chiesto di disinfettarsi le mani (prima dell’ingresso e all’uscita da ogni attrazione o area giochi). Nel caso dei parchi avventura, le persone devono rispettare la distanza di 2 metri quando praticano attività sportive e disinfettarsi le mani prima di indossare caschi o attrezzatura a noleggio. La mascherina è sempre obbligatoria (tranne nel caso dei parchi acquatici).

SAGRE E FIERE
All’ingresso di fiere e sagre potrebbe essere misurata la temperatura corporea e richiesto di disinfettarsi le mani con gel igienizzanti. Potrebbero esserci percorsi segnaletici a terra e diversi punti di ingresso e uscita. È necessario rispettare i posti assegnati e mantenere almeno 1 metro tra le persone al di fuori del proprio gruppo o famiglia. È necessario indossare la mascherina.

TERME E CENTRI BENESSERE
Per poter accedere a strutture termali e centri benessere è richiesta prenotazione: gli ingressi sono contingentati. Potrebbe essere misurata la temperatura all’ingresso e richiesto di disinfettarsi le mani; potrebbero esserci punti di accesso e uscita separati. È necessario mantenere la distanza interpersonale di almeno 1 metro e indossare la mascherina nelle aree comuni al chiuso. Biancheria e armadietti sono a uso esclusivamente personale. Durante trattamenti e massaggi è necessario indossare la mascherina e disinfettarsi le mani prima e dopo il trattamento. Non è possibile utilizzare sauna e bagno turco (con l’eccezione di hotel che possono offrire l’utilizzo della spa in esclusiva).

GUIDE TURISTICHE E GUIDE ALPINE
Guide turistiche e guide alpine possono lavorare solo con piccoli gruppi. Nel caso di tour con guide turistiche è obbligatorio indossare la mascherina e mantenere la distanza di sicurezza di almeno 1 metro dagli altri partecipanti. Prima di iniziare attività sportive potrebbe essere necessario misurare la temperatura e igienizzarsi le mani. Non è possibile scambiarsi attrezzatura, abbigliamento, cibo o bevande. Per tutta la durata dell’attività va rispettata la distanza interpersonale di due metri. Nel caso dell’arrampicata, è preferibile usare magnesite liquida a base alcoolica. 

DISCOTECHE
L’accesso alle discoteche è contingentato: è richiesto di rispettare la distanza di sicurezza di almeno 1 metro in fila. All’ingresso potrebbe essere misurata la temperatura corporea e richiesto di disinfettarsi le mani; potrebbero esserci percorsi separati per l’ingresso e l’uscita. La mascherina va indossata negli ambienti al chiuso e all’esterno quando non è possibile mantenere una distanza di almeno 1 metro. Non è consentito consumare le bevande al bancone; si può accedere al bar rispettando la distanza interpersonale. In Lombardia le discoteche riapriranno il 10 luglio; in Campania le discoteche sono già aperte per bar e ristorazione: le sale da ballo riapriranno il 14 luglio. In Valle d’Aosta le discoteche sono invece ancora chiuse. 

Potrebbe interessarti anche

Articoli Simili

Nessun risultato trovato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

Menu